Obesità e Pelle - Dermatite atopica

L’obesità sembra destinata ad allargare i suoi confini d’azione, mostrando i suoi effetti negativi non solo sul sistema cardiocircolatorio, ma anche sulla pelle. L'obesità e il sovrappeso infatti, determinando un'alterazione della barriera cutanea, aumentano il rischio di manifestare la dermatite atopica.

Obesità e Pelle - Dermatite atopica

Manifestazioni cutanee negli individui obesi e in sovrappeso


Dermatite atopica
Recenti studi indicano che l’obesità e il sovrappeso aumentano il rischio di manifestare questa malattia della pelle. Questo legame non riguarda solo l’obesità fine a sé stessa ma anche alcune sue connesse conseguenze cliniche e che insieme ad essa compongono la “sindrome metabolica”, un quadro clinico caratterizzato da obesità accompagnata dalla presenza dei seguenti fattori: pressione del sangue alta (ipertensione), innalzamento dei livelli di grassi nel sangue (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia) e diabete. La sindrome metabolica è una condizione clinica che comporta ripercussioni anche gravi sulla salute generale, in primis perché aumenta significativamente il rischio di malattie cardiovascolari (infarti, ictus).

Secondo gli studi più recenti, l’obesità sembra destinata ad allargare i suoi confini d’azione, mostrando i suoi effetti negativi non solo sul sistema cardiocircolatorio, ma anche sulla pelle. L’associazione dell’obesità con la dermatite atopica è stata evidenziata inizialmente da una metanalisi relativa a una casistica complessiva di oltre 90.000 persone con dermatite atopica: i dati documentano l’esistenza di questo legame, che risulta particolarmente importante nell’infanzia e nei bambini con meno di 2 anni, mettendo altresì in luce la possibilità che il controllo del peso corporeo sin da bambini piccoli possa essere di aiuto a lenire o a far regredire i sintomi della dermatite atopica.

Ma perché l’obesità favorisce o facilita l’insorgenza della dermatite atopica? Non essendoci ancora dati certi in tal senso, si può ragionevolmente supporre che l’obesità determini un’alterazione della barriera cutanea con perdita di acqua dallo strato superficiale della pelle e aumento della secchezza cutanea, segni caratteristici che accompagnano la dermatite atopica. Altri meccanismi che possono portare alla comparsa della malattia e riscontrabili nelle persone obese sono: a) l’aumento dell’attività delle ghiandole sudoripare con maggiore produzione di sudore , tale da creare condizioni di umidità ideali sulla pelle per lo sviluppo della dermatite atopica o delle sue ricadute; b) la riduzione del flusso linfatico con conseguente instaurazione di stati d’infiammazione cronica a livello della pelle che, come noto, è un altro segno tipico che accompagna la malattia; c) le alterazioni significative a carico della microcircolazione sanguigna, tali da compromettere la salute della pelle.

In questo caso, l’igiene quotidiana da attuare deve essere sempre più accurata. Vanno evitati tutti i fattori che possono indebolire la funzione di difesa della pelle come detersione aggressiva, immersioni, bagni prolungati.

Per pelle e capelli, utilizzare un detergente idratante privo di saponi con azione disinfettante. La temperatura dell’acqua non deve superare i 34°C.

Asciugare la pelle tamponandola delicatamente con un asciugamano pulito, in cotone morbido, evitando ogni tipo di frizione, ponendo attenzione particolare alle pieghe del corpo.

Eliminare ogni traccia di sudorazione quanto più rapidamente possibile. Il suo livello di pH è irritante e peggiora l'atopia.

Mattina e sera, applicare regolarmente un prodotto emolliente su tutto il viso e il corpo. Con i bambini utilizzare generose quantità di crema e trasformare ogni momento in un attimo di tenerezza e gioco.