Obesità e Pelle - Acanthosis Nigricans

L'acanthosis nigricans è una dermatosi (malattia della pelle) caratterizzata da ipercheratosi (aumento di spessore) e da iperpigmentazione (inscurimento) della pelle, con comparsa di aree cutanee scure specialmente in prossimità delle pieghe del corpo

Obesità e Pelle - Acanthosis Nigricans

Manifestazioni cutanee negli individui obesi e in sovrappeso

Acanthosis Nigricans
L'acanthosis nigricans è una dermatosi (malattia della pelle) caratterizzata da ipercheratosi (aumento di spessore) e da iperpigmentazione (inscurimento) della pelle, con comparsa di aree cutanee scure specialmente in prossimità delle pieghe del corpo. Nella maggior parte dei casi, le sedi più colpite sono ascelle, inguine, collo e, meno frequentemente, interno cosce, gomiti, ginocchia e seno. La malattia può colpire individui di qualsiasi età (compresi i bambini) e di tutte le etnie. Tuttavia, è più comune negli adulti e nelle persone con la pelle più scura, come i nativi americani, gli ispanici ed alcune popolazioni africane. Maschi e femmine sono colpiti in egual misura.

L'acanthosis nigricans non è contagiosa o dannosa, ma talvolta rappresenta un segnale di avvertimento per un problema di salute che richiede attenzione medica. Questa dermatosi, infatti, è comunemente associata ad obesità e iperinsulinemia. In particolare, quando la comparsa delle lesioni cutanee è connessa all'obesità, la gestione del peso rappresenta una componente importante del trattamento: una dieta che contribuisce a ridurre l'insulina può anche aiutare a prevenire la patologia.

I cambiamenti a livello cutaneo sono gli unici segni di acanthosis nigricans. Le alterazioni della pelle tendono a svilupparsi lentamente, a volte nel corso di mesi o anni. Se appaiono all'improvviso, si dovrebbe immediatamente consultare un dermatologo, poiché le lesioni potrebbero rappresentare un segnale di pericolo per condizioni patologiche molto gravi.

A livello cutaneo si possono notare:
•    Macchie scure, che possono variare nella colorazione dal grigio al marrone o al nero, localizzate in prossimità delle pieghe del corpo;
•    Le lesioni appaiono come ispessimenti "vellutati" rispetto alla pelle circostante;
•    La pelle bruno-scura può sollevarsi a formare piccoli rilievi (papillomatosi);
•    La zona colpita può anche essere maleodorante o pruriginosa.

In molte situazioni, trattando la condizione patologica di fondo è possibile ripristinare la normale pigmentazione della pelle. La gestione della forma benigna associata ad obesità e a stati di insulino-resistenza si basa sulla riduzione dei livelli di insulina in circolo; spesso una semplice dieta contribuisce a risolvere notevolmente le lesioni cutanee. Altre condizioni cliniche sottostanti devono essere trattate adeguatamente.

Una volta che la condizione medica di base è stata confermata dal punto di vista diagnostico, per migliorare l'aspetto della pelle, o in caso di lesioni pruriginose o maleodoranti, il medico può indicare una crema topica oppure una lozione. Il trattamento dell'acanthosis nigricans include quanto segue:
•    La perdita di peso, modificando le abitudini alimentari e praticando regolare esercizio fisico;
•    Preparazioni contenenti alfa-idrossiacidi, quali acido glicolico o acido lattico;
•    Lozioni contenenti acido salicilico;
•    Creme contenenti urea (spesso viene raccomandata in concentrazione del 20%);
•    Creme al cortisone (se le aree sono pruriginose) o “cortison-like” (con acido glicirretico);
•    Retinoidi per sbiancare le zone colpite (svolgono principalmente un'azione esfoliante, rinnovando gli strati più superficiali del derma);
•    Detergenti antibatterici per ridurre l'odore e il disagio.
 
Nessuno di questi trattamenti è specificamente progettato per il trattamento dell'acanthosis nigricans, ma tutti possono contribuire ad alleviare i segni provocati dal disturbo.

Prima di utilizzare una crema schiarente, un esfoliante o un altro prodotto per la cura della pelle, chiedere consiglio ad un dermatologo. Alcuni prodotti, oltre a non produrre effetti positivi sulle macchie iperpigmentate e ispessite dell'acanthosis nigricans, possono contribuire ad irritare la pelle, peggiorando la condizione.