Cura delle problematiche legate ai DPI

Cura delle problematiche legate ai DPI

Nel corso della malattia da Coronavirus 2019 (COVID-19), una polmonite causata da SARS-CoV-2, si devono usare una serie di presidi medici allo scopo di prevenire il contagio. Il ripetuto contatto con disinfettanti e l'uso straordinario di dispositivi di protezione individuale hanno causato lesioni e persino malattie della pelle, influenzandone le prestazioni e la qualità della vita.

Per aiutare a superare questi problemi, i Dermatologi hanno discusso sulle condizioni della pelle causate dall'igiene delle mani e dai dispositivi di protezione individuale e hanno stilato linee guida per prevenirle e curarle. 


LESIONI DELLA PELLE CAUSATE DA DISINFETTANTI
I disinfettanti cutanei comunemente usati nella pratica clinica di cura dei pazienti COVID-19 sono etanolo al 75% e iodoforo. Le reazioni avverse comunemente osservate dopo l'uso di questi disinfettanti includono dermatite da contatto allergica e irritativa.

Dermatite allergica da contatto
La dermatite allergica da contatto si verifica spesso nel sito di contatto esposto a determinati disinfettanti. Le eruzioni cutanee possono presentarsi come eritema eczematoso con chiara demarcazione limitata all'area esposta al disinfettante, accompagnata da gonfiore, prurito e dolore lancinante. Le eruzioni cutanee possono anche essere diffuse nei siti di esposizione, quando il disinfettante allergenico è stato spruzzato nell'aria. Nei casi più gravi, le lesioni possono svilupparsi in papule, vesciche o addirittura erosione, potenzialmente seguite da infezioni secondarie.

Trattamento raccomandato: 

  1. Smettere di usare il sospetto disinfettante e sostituirlo con altri prodotti ipoallergenici. Eruzioni cutanee lievi possono migliorare spontaneamente dopo 3-5 giorni senza trattamento aggiuntivo. 
  2. Per eruzioni cutanee con prurito significativo, si raccomanda l’uso di antistaminici.
  3. Per le eruzioni cutanee gravi, si raccomanda l’uso di corticosteroidi topici o una crema antinfiammatoria non steroidea.
Danno della barriera cutanea e dermatite irritativa da contatto
La pulizia e l'uso ripetuti di disinfettanti sulla pelle possono danneggiare lo strato lipidico sulla superficie della pelle e alterare la barriera cutanea, che può portare a dermatiti da contatto irritative. Le manifestazioni cutanee possono includere eritema, papule, vesciche e pelle screpolata, spesso con prurito.
Trattamento raccomandato: la cura della pelle con emollienti è la procedura cruciale e deve essere applicata il più frequentemente possibile.


LESIONI DELLA PELLE CAUSATE DA DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
Guanti, maschere, occhiali, indumenti protettivi e tute, stivali di gomma e copri-scarpe possono essere usati per proteggere la persona dalle infezioni da virus. Tuttavia, il contatto prolungato, la pressione meccanica e gli attriti ripetuti possono causare lesioni alla pelle. Inoltre, i prodotti protettivi contengono spesso gomma, plastica e altri componenti organici, che possono causare dermatiti allergiche in soggetti sensibili.

Macerazione della pelle
L'uso prolungato di guanti e stivali di gomma provoca spesso la macerazione della pelle di mani e piedi, che si presenta come ammorbidimento, sbiancamento e rughe della pelle e, talvolta, desquamazione.
Trattamento raccomandato: 
  1. Scegliere la misura adeguata di guanti e stivali di gomma per garantire una tenuta adeguata. 
  2. Sostituire frequentemente guanti e stivali di gomma 
  3. Dopo aver rimosso i dispositivi di protezione individuale, lavare la pelle e usare un emolliente. Per la macerazione cutanea esistente, applicare astringenti come la crema all'ossido di zinco.
Infezione fungina superficiale secondaria
L'uso prolungato di dispositivi di protezione può creare un ambiente sudato, umido e caldo nelle pieghe della pelle, che può causare infezioni fungine superficiali. Possono presentarsi, dopo macerazione cutanea, seguita da erosione nello spazio interdigitale delle mani o dei piedi; o con vescicole seguite da desquamazione della pelle; o anche con eritema e desquamazione diffusi che colpiscono la pianta delle mani o piedi.
Trattamento raccomandato: applicare le misure raccomandate nella sezione Macerazione della pelle per mantenere la pelle asciutta. Per trattare l'infezione fungina, applicare antifungini topici indicati dal medico.

Lesione meccanica della pelle
Le lesioni cutanee possono verificarsi a causa della pressione e degli attriti continui causati da occhiali e maschere. Le parti comunemente colpite comprendono guance, naso e orecchie. Queste lesioni includono rientranze, attriti e graffi.
Trattamento raccomandato: 
  1. Gli emollienti per la cura della pelle devono essere applicati localmente con continuità.
  2. Regolare gli indumenti protettivi di una misura adeguata ed evitare contatti prolungati e persistenti. 
  3. Per la pelle ferita, unguento o pasta antibiotica possono essere applicati localmente. D’aiuto prodotti dermatologici ad azione antisettica per favorire la cicatrizzazione.
Reazioni allergiche
Le manifestazioni cliniche e i trattamenti raccomandati sono sostanzialmente simili alla dermatite allergica da contatto causata da disinfettanti, come menzionato nella sezione Dermatite allergica da contatto.

Per ulteriori approfondimenti:
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/jdv.16388

Potrebbe anche interessarti


Ricerche frequenti
acido glicirretico acido ialuronico allergia antinfiammatorio antisettico attività antimicrobica burro di karitè capacità cicatrizzante carcinoma mammario coronavirus